FAQ

Requisiti e ammissione

Il bando uscirà nel mese di giugno, e sarà disponibile sia sul sito di Ateneo che nella homepage del sito del Master.

Non sono previste borse di studio per questo Master.

Sì, non ci sono indirizzi privilegiati, tutti i laureati possono presentare domanda di ammissione.

Certo, il Master è rivolto anche a chi già lavora nel campo della ricerca clinica e vuole ampliare le proprie conoscenze, in particolare per gli aspetti di gestione a vari livelli dei dati e dei documenti degli studi clinici.

Non è richiesta esperienza nel settore della ricerca clinica per la partecipazione al Master.

Sì. Possono presentare domanda di ammissione al Master anche i laureandi che, in Italia, conseguano il titolo richiesto per l’accesso (laurea triennale) entro il primo appello di laurea successivo all’avvio delle attività didattiche (novembre) e che, alla data delle procedure selettive per l’ammissione, siano in difetto delle sole attività previste per la prova finale.

L’immatricolazione avviene sotto condizione e l’iscrizione decade nel caso di non conseguimento del titolo d’accesso nei termini stabiliti. In tal caso non è previsto il rimborso dei contributi di iscrizione versati.

Purtroppo non è consentita l’iscrizione contemporanea ad un Master universitario e ad un altro corso di studi universitario (corsi di Laurea triennale o magistrale, altri corsi di Master, corsi di Dottorati di Ricerca, sia dell’Ateneo di Milano-Bicocca che di altro Ateneo).

Non è consentita l’iscrizione ad un Master universitario da parte dei titolari di assegni di ricerca conferiti dall’Ateneo di Milano-Bicocca. Per i titolari di assegni di ricerca di altri Atenei si rimanda alla verifica dei regolamenti specifici dell’Ateneo di provenienza.

Possono essere ammessi al Master anche i possessori di titolo accademico conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dalle commissioni giudicatrici di selezione, che deliberano l’equipollenza ai fini della sola ammissione al Master sulla base delle disposizioni dell’Ateneo in materia di titoli conseguiti all’estero. Il titolo accademico estero deve essere conseguito entro la data di scadenza del bando di ammissione. La procedura e la documentazione richiesta saranno dettagliati nel bando.

Non è previsto un test formale di ingresso. Sarà condotto un colloquio individuale nel quale si valuteranno le motivazioni del candidato.

Un requisito di ammissione è la comprensione della lingua inglese, valutata mediante la lettura e traduzione, durante il colloquio, di un paragrafo tratto da un protocollo di studio clinico o da un articolo scientifico di ambito clinico. La comprovata conoscenza di software finalizzati alla gestione e all’analisi dei dati è considerato un requisito non obbligatorio ma preferenziale.

Qualora, come è accaduto spesso nelle edizioni precedenti, il numero di domande di iscrizione non superi il numero massimo di frequentanti specificato nel bando, non sarà effettuata una graduatoria e saranno ammessi al Master tutti i candidati che avranno presentato adeguate motivazioni e che, in presenza di lacune formative, si impegnano a lavorare nel corso del Master al loro recupero. Nel caso le domande dovessero invece superare il numero massimo di frequentanti specificato nel bando, sarà stilata una graduatoria che terrà conto del curriculum vitae, delle conoscenze linguistiche e informatiche, e delle motivazioni emerse durante il colloquio.

I colloqui di selezione si svolgono nel mese di ottobre. Nel bando saranno indicati la data, l’orario e il luogo della selezione.

 

Tempistiche e modalità

Le lezioni del Master iniziano nella prima metà del mese di novembre, e terminano a metà del mese di giugno. Le lezioni si tengono il venerdì dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30.

Il piano didattico per l’edizione in corso del Master è disponibile alla seguente pagina. È inoltre possibile consultare il calendario delle lezioni dell’anno in corso, reperibile sul sito del Master nella sezione Didattica/Calendario

Le circa 300 ore di lezione previste nel piano didattico saranno erogate con le modalità seguenti: 

  • circa 200 ore di lezione in aula o in laboratorio informatico
  • circa 70 ore di lezioni in remoto in diretta streaming (sincrone) 
  • circa 30 ore di lezioni in remoto registrate (asincrone)

Sarà obbligatoria la presenza sia alle lezioni in aula o laboratorio, che alle lezioni in diretta streaming. 

Le lezioni in remoto registrate potranno invece essere seguite in qualsiasi momento (accerteremo comunque la presa visione della lezione, che varrà come presenza). 

Per il conseguimento del titolo è necessario presenziare ad almeno il 75% delle 300 ore di lezione. 

Le lezioni si terranno il venerdì dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30, da metà novembre a metà giugno. 

Cercheremo di impostare il calendario in modo da concentrare le lezioni in remoto, sincrone o asincrone, in venerdì e sabato consecutivi, così chi viene da lontano potrà evitare di spostarsi a Milano in quei due giorni. 

Lo stage inizia solitamente nei mesi di febbraio/marzo. Tuttavia, alcuni studenti iniziano prima, altri dopo, secondo le disponibilità dello studente o dell’ente ospitante. L’importante è raggiungere le 500 ore di stage prima della discussione finale.

Il direttore del Master propone una serie di enti convenzionati con l’Università di Milano-Bicocca (ospedali, istituti di ricerca, CRO, cioè aziende che forniscono supporto alla ricerca clinica, e aziende farmaceutiche) per lo svolgimento dello stage. Il partecipante può tuttavia, di sua iniziativa, prendere contatti con enti non ancora convenzionati e proporsi per lo stage. Maggiori informazioni vengono fornite agli iscritti nei primi mesi di lezione.

In tal caso è possibile svolgere un project work presso il proprio posto di lavoro.

Il project work rappresenta una sintesi del percorso didattico di uno studente-lavoratore/professionista di un Master. Esso rappresenta una sperimentazione attiva dei contenuti appresi durante il percorso didattico formativo. L’attività di project work è destinata a tutti coloro che trasferiscono quanto appreso durante il Master nel contesto lavorativo di appartenenza, di cui sono effettivamente già dipendenti/collaboratori.

Sì certo, ci si può accordare, ovviamente poi dipende dalla flessibilità dell'Azienda. L’importante è raggiungere le 500 ore di stage prima della discussione finale.

Sì, per ogni modulo si svolge una prova di verifica delle conoscenze acquisite. Il giudizio è approvato/non approvato e la modalità può essere orale oppure scritta (con domande sia chiuse che aperte) a seconda del modulo.

Per la prova finale lo studente deve preparare una relazione scritta del lavoro svolto durante lo stage/project work. Successivamente questo lavoro viene presentato alla commissione d’esame finale in una breve esposizione orale che si tiene solitamente a fine ottobre/inizio novembre.

 

Informazioni generali e sbocchi professionali

Il Master non garantisce un lavoro, quello che offre è la possibilità di fare uno stage presso un ente convenzionato. La maggior parte dei diplomati al Master in data management per la ricerca clinica, tuttavia, ha trovato lavoro nell’ambito della ricerca clinica.

I principali sbocchi professionali del Master sono il Clinical Study Coordinator, il Clinical Research Associate (CRA) e il Clinical Data Manager. Tuttavia, per quanto riguarda la figura del CRA, il Master garantisce la formazione in aula in termini di monte ore richiesto dal decreto 15 novembre 2011 (detto decreto CRO); non garantisce invece l’attività di monitoraggio presso le sedi di ricerca clinica. Questa è a discrezione dell’Azienda o dell’Istituto in cui lo studente svolgerà lo stage e difficilmente viene garantita.

Innanzitutto il Master in data management per la ricerca clinica è di I livello, quello in ricerca e sviluppo preclinico e clinico del farmaco di II livello. Mentre gli sbocchi lavorativi dei due Master appaiono molto simili, la principale differenza sta negli argomenti trattati e approfonditi. Mentre il Master in ricerca e sviluppo preclinico e clinico del farmaco si focalizza all'ambito farmaceutico, il Master in data management per la ricerca clinica dà da una parte una visione più generale della ricerca clinica (quindi anche studi clinici non finalizzati allo sviluppo e approvazione di un farmaco), dall'altra ha un taglio molto più applicativo e orientato alla gestione di dati e documenti con cui avranno a che fare le figure target di questo master (Clinical Study Coordinator, Clinical Research Associate, Clinical Data Manager).